Il Campus


cle

 

Il nuovo Campus "Luigi Einaudi" è stato inaugurato nel settembre 2012, e ospita i Dipartimenti e la Scuola nell'ambito delle Scienze giuridiche, politiche, ed economico-sociali. La sua modernità evoca lo spirito con cui il Dipartimento affronta il futuro: l'ampio spiazzo interno accoglie, come un'agorà ellenica, gli scambi di idee e conoscenze.

cle

 

Gli edifici che lo racchiudono mettono al servizio di ricercatori, studenti e ospiti italiani e internazionali laboratori informatici d'avanguardia, numerosi spazi di incontro e la biblioteca "Norberto Bobbio" (26 chilometri di scaffali, 620mila volumi, la maggior parte dei quali a scaffali aperti, 950 posti a sedere). 

Oltre 26 km di scaffali, circa 620mila volumi su una superficie di circa 10mila mq: il nuovo polo bibliotecario intitolato a Norberto Bobbio riunisce 5 biblioteche (quattro prima ospitate a Palazzo Nuovo e dintorni e la Saast dell’ex Dipartimento di Scienze antropologiche) e sarà secondo in Piemonte solo alla Biblioteca Nazionale di Torino. 
Con i suoi 950 posti a sedere, molti dei quali con affaccio diretto sulle vetrate e la vista sul fiume Dora Riparia, la nuova biblioteca sarà un luogo di aggregazione oltre che di consultazione, ricerca e studio. La nuova collocazione a scaffale aperto (con una parte di scaffali compattabili) accoglierà l’80% dei volumi, mentre il restante 20% è composto da un prezioso patrimonio di volumi antichi, rari e fondi di pregio, conservato in condizioni particolari di sicurezza e climatizzazione. – See more at: http://www.unito.it/ateneo/strutture-e-sedi/i-luoghi-e-lo-sviluppo-edilizio/edifici/torino-e-provincia/campus-luigi#sthash.q8QTfyGc.dpuf

biblioteca

 

La struttura è costruita nel rispetto della sostenibilità ambientale, ed è tra i protagonisti di un più ampio progetto di riqualificazione urbana dell'area Nord-Orientale di Torino.

Il nuovo Campus è stato concepito in un’ottica di comfort visivo, uditivo e ambientale, con particolare attenzione alla problematica del risparmio energetico, attraverso una combinazione innovativa di elementi testati, evitando tecnologie invasive e non in sintonia con l’architettura di altissimo profilo del progetto. – See more at: http://www.unito.it/ateneo/strutture-e-sedi/i-luoghi-e-lo-sviluppo-edilizio/edifici/torino-e-provincia/campus-luigi#sthash.q8QTfyGc.dpuf